Convento Santuario di San Pio da Pietrelcina, 22/05/2018, s. Rita da Cascia

Eventi
San Camillo de Lellis

443° Anniversario della conversione

Il 1 febbraio 2018 alle ore 18,00, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, verrà inaugurato e benedetto il mosaico dedicato a San Camillo de Lellis, con una solenne concelebrazione presieduta dal Ministro Provinciale dei Cappuccini Fr. Maurizio Placentino insieme ai religiosi camilliani.
Il mosaico realizzato dall'atelier "Progetto arte Poli" di Verona, si colloca nell'ambito delle commemorazioni per il 443° anniversario della conversione di San Camillo, avvenuta proprio fra il 1 e il 2 febbraio del 1575, mentre questi provenendo dal Convento di San Giovanni Rotondo, nel tragitto verso la città di Manfredonia (FG) si fermò in zona "Valle dell'Inferno" e lì decise di abbracciare la vita cappuccina. In quella occasione dimorò nella cella N. 5 del Convento di Santa Maria Delle Grazie; la stessa che per molti anni fu la cella di Padre Pio.
Il 2 febbraio 2018 le celebrazioni continueranno nella Chiesa Matrice di San Giovanni Rotondo ( Parrocchia San Leonardo) con una solenne concelebrazione Eucaristica presieduta dal Vicario Generale Don Stefano Mazzone; alle ore 11,00 ci sarà il pellegrinaggio verso la Valle dell'Inferno per commemorare la conversione del santo, conosciuto anche come il santo degli ammalati e degli infermi.

In allegato il programma completo dell'evento.

allegato : "Programma completo dell'evento"


Io desidero, e voi non l'ignorate, il morire e l'amare Iddio, o la more o l'amore, giacché la via senza questo amore è peggiore della morte. O figliuole mie, aiutatemi! Io muoio ed agonizzo in ogni istante. Tutto mi sembra un sogno e non so dove mi aggiro. Dio mio!, quando verrà l'ora in cui anch'io possa cantare: Questa è la mia requie, o DIO, in eterno? (LdP,33).

Ultime Notizie

Lutto nell’arcidiocesi per la morte di Mons. Michele CASTORO

Arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo   COMUNICATO STAMP...

Pasqua 2018

  «NON VI SPAVENTATE! VOI CERCATE GESÙ, IL NAZARENO, CHE ...

Una visita che davvero non dimenticherò

Papa Francesco dopo dell’angelus ha ricordato i momenti vissuti...